PROGETTO DI MUSICA, SALUTE E CULTURA

 

La musica è dentro di noi ed ha un grande potere!  Il progetto MELODY promuove un utilizzo della musica come strumento per il benessere psicofisico e per un’elevazione sociale e spirituale.

Il progetto è sviluppato da un'equipe di professionisti nei diversi ambi della medicina, dell’educazione e della psicologia, e si articola in due metodi applicati a seconda del campo:

 

 

1. SCIENZA & ARTE - dalle note alle cellule del nostro corpo

Dove:              

  • Centri di ricerca

  • Centri olistici

  • Ospedali

  • Enti assistenziali

 

Ambiti di applicabilità:

  • Ambito Sanitario

  • Sfera professionale (coaching, gruppi di lavoro ecc)

  • Sfera privata

  • Sfera relazionale \ sociale (famiglia, scuola, ecc)

  • Sfera cognitiva

  • Sfera creativa

  • Ambienti pubblici

 

 

2. I SUONI DELLE EMOZIONI - relazionarsi ed esprimersi CON LA MUSICA

Dove:              

  • Centri disabili

  • Centri sociali

  • Scuole primarie e secondarie

  • Campus

 

Ambiti di applicabilità:

  • Disagio scolastico

  • Contrasto alla povertà educativa

  • Sfera relazionale \ sociale (famiglia, scuola, ecc)

  • Sfera cognitiva

  • Sfera creativa

 

 

“Io credo una cosa credo che la musica è una dimensione diversa da quella che noi viviamo tutti i giorni, con la musica si può andare in qualsiasi posto del mondo pure stando seduti su una sedia, chiudendo gli occhi ascoltando ed andare via.

La musica stimola lo spirito a capire, ad essere un po più socievoli e dare socialità a quello che uno fa.

 La musica aiuta a vivere”

Pino Daniele

 

 

 

1. SCIENZA & ARTE - dalle note alle cellule del nostro corpo    

 

Questo metodo, unico nel suo genere, si propone di unificare aspetti legati alla scienza della vita e all’espressione musicale.

L’Integrazione di scienza all’arte creano un approccio innovativo che unisce le tre dimensioni dell’essere umano:

  • la biologia, e quindi il corpo

  • la mente

  • l’anima

Dove:     

  • centri di ricerca

  • centri olistici

  • ospedali

  • enti assistenziali

 

La Genetica ci insegna che ciascuna cellula possiede un libretto di spartiti (il nostro DNA).

Nella vita come nella musica sono fondamentali tre elementi: la struttura (DNA/Spartito), l’accordatura (con quale linguaggio comunichiamo con le nostre cellule) e soprattutto l’intenzione (il modo in cui leggiamo quell’informazione attraverso il nostro corpo/strumento). Tutto questo processo deve essere consapevolizzato il più possibile per creare uno stato di benessere e salute nell’uomo.

Il metodo porta la firma del Dott. Emiliano Toso e fonda le sue radici in oltre 20 anni di ricerca in laboratorio ed ispirazione artistica.

«La nostra biologia ci insegna i principi fondamentali per vivere in salute e in armonia con noi stessi, il nostro corpo fisico, emozionale, mentale e spirituale.  Il nostro corpo è una comunità di 50.000 miliardi di cellule che comunicano attraverso la luce e il suono, danzano, nascono, muoiono. Possiedono una intelligenza di milioni di anni che le rende in grado di prendere decisioni in modo autonomo. Entrando in contatto con il mondo delle nostre cellule ci permette di tornare consapevoli della nostra natura più profonda, ricca di collaborazione, armonia, condivisione, accoglienza del diverso, integrazione e bellezza».

 

Quando:

  • Gravidanza e nascita

  • Terapia intensiva neonatale (prematuri)

  • Pediatria

  • Oncologia

  • Psichiatria

  • Risonanza Magnetica

  • Chirurgia

  • Riduzione dello stress per operatori sanitari

  • Bambini disabili

Obiettivi:

  • favorire l’ascolto del proprio corpo

  • contattare le proprie emozioni

  • ritrovare una dimensione di rilassamento per favorire una condizione di benessere integrata con ricadute positive sulla salute e nella sfera privata, relazionale e professionale.

Elementi fondamentali del metodo:

  • Ascolto

  • Emozioni

  • Consapevolezza

  • Risonanza e accordatura

  • Conoscenza delle basi della biologia quantistica

  • Espressione del talento e Libertà dal giudizio

  • Approccio olistico

 

 

2. SUONI DELLE EMOZIONI - relazionarsi ed esprimersi attraverso LA MUSICA

La musica ha una forte valenza emotiva e sociale. Nel periodo dell’età evolutiva essa crea gruppi, diffonde conoscenze, trasmette emozioni; permette di trovare una propria identità o riconoscere le proprie emozioni in un testo o una poesia; muove le membra e gli arti, porta a ballare con ritmo, porta ad esprimersi. Musica e mondo interiore sono due aspetti della stessa realtà: i nostri sentimenti sono musica e la musica nei nostri sentimenti Veicola idee attraverso i testi e le canzoni. E’ sinonimo di vita creativa e pulsante. La musica ha una componente non verbale molto forte, e per questo viene percepita direttamente nell’interiorità di chi ascolta. 

Dove:     

  • Centri disabili

  • Centri sociali

  • Scuole primarie e secondarie

  • Campus

 

La musica come cura passa attraverso la relazione. La musica stessa offre questa relazione attraverso la voce, il suono, gli strumenti, i gesti del corpo, gli stati emotivi interiori. La persona disabile può fare questa esperienza profonda di essere compresa a livello musicale e trovare nella musica un mezzo di relazione che non accessibile diversamente. La musica in questo senso supera le barriere fisiche e architettoniche e penetra direttamente all’essenza interiore dell’uomo, con le sue emozioni e stati d’animo, e qui nutre l’anima poiché essa porta il suono direttamente all’anima umana.  Il poter fare esperienza delle varie qualità della musica, attraverso il forte, il piano, il veloce e il lento, l'acuto e il grave, e la sua varia possibilità timbrica e armonica con la sua infinita miriade di voci e strumenti permette di riconoscere questi stati emotivi in noi e abbracciare attraverso il sentimento l'infinita varietà delle nostre emozioni. Riconoscere e trasformare le proprie emozioni attraverso la nostra persona che risuona è una tra le esperienze più profonde, ricche e sprituali che la musica possa offrire. Essa vive nei nostri sentimenti e noi possiamo ascoltarli.

Finalità

  • Miglioramento delle relazioni interpersonali

  • Possibilità di esprimere stati emotivi e bisogni

  • Miglioramento dell’autocontrollo

  • Miglioramento delle capacità motorie

  • Sviluppo delle funzioni cognitive

  • Sviluppo della creatività

  • Migliorare la memoria e il ricordo

 

Obiettivi

  • Espressione del talento e Libertà dal giudizio

  • fare un’esperienza interiore della musica

  • relazionarsi attraverso la musica

  • utilizzare la voce e il suono per esprimere emozioni

  • sperimentare attraverso la musica ritmi, armonie e melodie

  • Utilizzare la creatività

 

Nel campo scolastico e della disabilita' il laboratorio verrà condotto da Matteo Scovazzo, musicista e insegnante, e diventa un percorso esperienziale sonoro-musicale pensato per arginare il rischio di dispersione scolastica e incentivare l’utilizzo della creatività e delle risorse interiori personali per far fronte alle sfide e problemi in età evolutiva. Anche qui la musica può avere un valore di espressione delle proprie emozioni e condivisione con il gruppo dei pari in una modalità non verbale che supera eventuali difficoltà legate ai conflitti verbali. Comunicare in modo musicale permette di superare barriere causate da pregiudizi, critiche, congetture. In questo senso lo sviluppo della creatività e dell’improvvisazione attraverso gli strumenti e il canto può favorire e contribuire ad avere un clima più disteso e rilassato in cui vi sia più spazio per il pensiero libero e si sviluppi la capacità di ascolto.

 

Finalità  e Obiettivi in ambito scolastico:

  • Migliorare la capacità di concentrazione

  • Migliorare l’autostima

  • Migliorare la comunicazione interpersonale

  • Saper riconoscere e gestire le emozioni

  • Avere un atteggiamento positivo verso i compagni e verso insegnanti

 

Obiettivi:

Miglioramento delle relazioni interpersonali

Possibilità di esprimere stati emotivi e bisogni

Miglioramento dell’autocontrollo

Miglioramento delle capacità motorie

Sviluppo delle funzioni cognitive

Sviluppo della creatività

Migliorare la memoria e il ricordo