Benedetti.jpg

DETRAZIONI FISCALI

 

Erogazioni liberali in denaro a favore delle attività culturali ed artistiche:

– A favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali territoriali, enti o istituzioni pubbliche;

– Fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro.

 

19% dell’ importo dell’erogazione liberale

 

In alternativa alla detrazione, il contribuente persona fisica, a fronte dell’erogazione liberale eseguita, può fruire della deduzione dal suo reddito complessivo.

 

 

Erogazioni liberali in denaro o in natura a favore di alcune fondazioni e associazioni riconosciute:

10% reddito complessivo entro il limite di 70.000 euro

 

L’erogazione deve essere effettuata tramite versamento bancario o postale nonché tramite sistemi di pagamento previsti dall’art. 23 del DLGS n. 241 del 1997 (bancomat, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari). La deduzione non spetta per le erogazioni effettuate in contanti.

 

I titolari di reddito di impresa possono dedurre l'erogazione, per un importo non superiore al 2% del reddito d'impresa dichiarato (art. 100, comma 2 lettera h del D.P.R. 917/86).

 

Dal 2021 in poi, tutte le associazioni e Onlus devono trasmettere i dati delle donazioni ricevute all’Anagrafe tributaria. Se i dati sulle erogazioni liberali non verranno comunicate, non sarà possibile usufruire delle agevolazioni fiscali, anche con rilascio di attestazione delle somme ricevute. L’Agenzia delle Entrate dovrà infatti avere tutti i dati per predisporre la dichiarazione precompilata a cui è legata una scadenza.